Viaggio in treno, nessuno fa meglio degli Svizzeri

viaggio-trenoIl treno è uno dei mezzi di spostamento più gettonati del mondo. Soprattutto, aggiungiamo noi, quando si sta andando in vacanza e non si vuole prendere il proprio mezzo di proprietà: il treno è in grado in tal modo non solamente di traghettarci verso la meta preferita, quanto di farlo – altresì – dandoci l’opportunità di poter ammirare panorami e luoghi che altrimenti sarebbe impossibile scorgere.

Ebbene, quanto sopra devono saperlo molto bene soprattutto i cittadini svizzeri, che si confermano primi al mondo, con un buon margine di distacco rispetto a chi segue, nella distanza percorsa in treno. Stando a quanto rileva una recente analisi condotta in tal proposito, infatti, pare che ogni cittadino elvetico nel 2015 abbia effettuato in media 2.277 km in viaggi ferroviari, ben 225 km in più dei secondi classificati, altri utenti particolarmente affezionati ai treni, come i giapponesi. Secondo quanto appena reso noto dal Servizio di informazione dei trasporti pubblici (Litra), inoltre, il numero dei chilometri percorsi per abitante è leggermente diminuito in Svizzera (-11 km) rispetto al 2014, andando a consolidare una tendenza che era già avviata nel corso dell’anno precedente.

Nonostante il calo del numero medio di km percorsi dai propri cittadini, la Confederazione elvetica è comunque saldamente al primo posto del glorioso elenco, per una posizione di merito che occupa ora per il terzo anno consecutivo. Come anticipato, a seguire in questa meritoria classifica troviamo il Giappone (2.052 km), e quindi l’Austria al terzo posto (1.361 km), la Francia al quarto posto (1.252 km) e la Danimarca al quinto posto (1.057 km). E se vistate domandando che fine abbia fatto l’Italia, meglio guardare meno ottimisticamente all’altro capo della classifica, dove vi sono la Spagna (558 km), la Norvegia (594 km), la Svezia (644 km) e, solo poco più in alto, l’Italia con 666 km.

Per quanto infine riguarda il numero medio di spostamenti, gli Svizzeri perdono la prima posizione in vantaggio dei giapponesi, che si posizionano al primo posto della classifica con una media di 72 spostamenti all’anno, seguiti proprio dagli svizzeri, con 59 spostamenti annui, per lo stesso numero che nel 2014. Ancora, troviamo i lussemburghesi con 40 spostamenti, i danesi con 34 spostamenti, gli austriaci con 29 spostamenti, i britannici (26) e i tedeschi (25). In fondo alla classifica ci sono infine i norvegesi (13), gli spagnoli (12) e gli svedesi (3).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi