Turismo internazionale, Asia e Europa trainano la parte iniziale del 2018

Il turismo internazionale ha superato le aspettative di crescita durante i primi mesi del 2018. La crescita degli arrivi turistici internazionali durante i primi quattro mesi del 2018 è inoltre stata guidata da Asia e Pacifico (+ 8%) ed Europa (+ 7%), stando a quanto afferma l’ultimo World Tourism Barometer UNWTO pubblicato mercoledì scorso, che dunque contribuisce a scattare una fotografia piuttosto attendibile dell’inizio d’anno da parte del business turistico globale.

Il report sottolinea inoltre come gli arrivi turistici internazionali siano cresciuti del 6% nei primi quattro mesi del 2018, rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, e non solamente continuando la forte tendenza già vista nel corso del 2017, quanto anche superando le previsioni UNWTO per il 2018, che erano tra il 4 – 5%.

“Il turismo internazionale continua a mostrare una crescita significativa in tutto il mondo, e questo si traduce nella creazione di posti di lavoro in molte economie”, ha dichiarato il segretario generale dell’UNTO, Zurab Pololikashvili.

Da gennaio ad aprile 2018, gli arrivi internazionali sono aumentati in tutte le regioni, guidate da Asia e Pacifico (+ 8%), con i risultati di guida del Sud-Est asiatico (+10%) e dell’Asia meridionale (+9%). Anche l’Europa, la più grande regione turistica del mondo, ha registrato un forte andamento durante questo periodo di quattro mesi (+ 7%), trainato dalle destinazioni dell’Europa meridionale e mediterranea e dell’Europa occidentale (entrambe + 8%).

“Questa crescita ci ricorda la necessità di aumentare la nostra capacità di sviluppare e gestire il turismo in modo sostenibile, costruendo destinazioni intelligenti e sfruttando al massimo tecnologia e innovazione”, ha aggiunto Pololikashvili.

Anche l’Africa (+ 6%), il Medio Oriente (+4%) e le Americhe (+3%) hanno registrato risultati particolarmente soddisfacenti. Le Americhe hanno registrato i migliori risultati in Sud America (+ 8%). I Caraibi (-9 percento) sono l’unica sottoregione a subire un calo degli arrivi durante questo periodo, appesantito da alcune destinazioni ancora alle prese con gli uragani di agosto e settembre 2017.

Complessivamente, appare chiaro come la fiducia nel turismo globale rimanga forte, secondo l’ultimo sondaggio del Panel of Tourism Experts dell’UNWTO. Le prospettive del gruppo per il periodo di maggio – agosto sono le più ottimistiche da un decennio a questa parte, guidate dal sentimento particolarmente ottimista in Africa, Medio Oriente ed Europa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi