Edimburgo, mini guida alle attrazioni alternative

Quando si parla di Edimburgo, ci sono una serie di attrazioni che i turisti cercano di non perdere e… altre che invece vengono sottovalutate, quando in realtà si tratta di punti di riferimento davvero fondamentali. Ma quali sono?

A noi piace cominciare dallo Zoo di Edimburgo, che si estende su un’ampia area con una splendida vista sulla città: lo Zoo di Edimburgo è l’ideale destinazione per una giornata meravigliosa a contatto con la fauna. Questa struttura è stata ad esempio la prima al mondo ad ospitare pinguini, ed è attualmente l’unico zoo della Gran Bretagna con koala e panda giganti. Lo zoo ospita conferenze giornaliere e una serie di eventi ogni settimana, tra cui workshop fotografici, spettacoli e proiezioni di film. Insomma, l’ideale per gli amanti degli animali!

Scendiamo poi ai sotterranei di Edimburgo, una serie di camere comunicanti, in origine utilizzate da commercianti e figure “illegittime”. Nel corso del tempo, questi sotterranei sono diventati più popolari tra i poveri e i criminali. Negli anni ’90 è iniziato il loro recupero, fornendo una ricchezza di interessanti reperti archeologici. Oggi è possibile prenotare una visita guidata per esplorare e conoscere questa zona poco conosciuta.

Altro spot imperdibile è poi il Monumento Nazionale di Scozia, che si trova sulla Calton Hill, che domina la città. Il monumento è stato progettato per commemorare i soldati scozzesi che hanno combattuto nelle guerre napoleoniche, ma non è mai stato completato. Il monumento si erge dal 1829 ed è una popolare attrazione turistica. La gente del posto ha sentimenti contrastanti riguardo al monumento, in quanto è rimasto incompiuto: tuttavia, il monumento mostra un’architettura mozzafiato e una vista fondamentale sulla città e sul paesaggio circostante.

Tra le altre attrazioni che vi suggeriamo di valutare c’è poi l’Usher Hall, principale luogo di concerti di Edimburgo. Si tratta di una visita obbligata per gli appassionati di intrattenimento e cultura! La sala è stata costruita nel 1914 e presenta una bella architettura, tra cui un esterno curvo decorato con pannelli di personaggi famosi come Sir Walter Scott e Mozart. La sala è stata storicamente utilizzata per una varietà di eventi, tra cui concerti, eventi politici e sportivi. L’Usher Hall è particolarmente popolare per le esibizioni musicali classiche ed è apprezzato in tutta Europa per la sua acustica di alta qualità.

Chiudiamo infine con il Dean Village, uno dei tesori nascosti di Edimburgo, situato appena fuori dalla città e vicino alla pittoresca Water of Leith. Storicamente, Dean Village è stato uno dei protagonisti dell’industria molitoria di Edimburgo, e ancora oggi è possibile vedere i segni di questo patrimonio. Esplorate il villaggio per trovare macine e pubblicità in pietra per le panetterie. Visitate Well Court, una casa del XIX secolo che è stata accuratamente restaurata per rappresentare accuratamente il suo aspetto originale. Nelle vicinanze si trova il Pozzo di San Bernardo, utilizzato in passato per attingere l’acqua dal fiume adiacente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi