Bruxelles, una visita alla Grand Place

Bruxelles è una città ricchissima di spunti. D’altronde, è contemporaneamente la capitale delle Fiandre, del Belgio e uno dei cuori istituzionali dell’Europa. Nata come fortezza, si è poi sviluppata gradualmente in un centro commerciale, e alla fine è diventata un centro economico, politico e sociale del territorio fiammingo. C’è molto da vedere in città ma… il punto di partenza non può che essere costituito da Grote Markt, la Grand-Place!

Grand-Place, patrimonio mondiale dell’UNESCO, è certamente la principale attrazione turistica della città di Bruxelles, anche se in verità le sue origin sono tutt’altro che glamour e modaiole. La zona era infatti solo un banco di sabbia paludosa tra due ruscelli, noto come ‘ruscello sella’ che ha dato il nome a Bruxelles. Il banco di sabbia fu bonificato e trasformato in “Niedermerckt” (mercato inferiore), con vendita di tessuti francesi e inglesi, vini francesi e birra tedesca.

Le case di legno sono state costruite intorno al mercato e nel XIV secolo le famiglie benestanti hanno iniziato a costruire case di pietra, che hanno permesso che il mercato si sviluppasse fino a diventare il principale centro amministrativo commerciale. Il municipio arrivò nel 1402, quando Bruxelles era ormai divenuta anche un centro politico. Qui venivano accolti duchi, regnanti e imperatori, ma la piazza era anche il luogo delle esecuzioni.

Oggi il Grand-Place è più serenamente una bella piazza del mercato principale di Bruxelles. E’ un luogo ideale per stare insieme con gli amici e con la famiglia, e ammirare le eleganti gilde che hanno sostituito tutte le case di legno. Molti ne hanno ammirato la bellezza, tra cui Victor Hugo e Baudelaire, che ne hanno ridisegnato il fascino e l’aspetto accattivante.

Tra marzo e ottobre si svolge ogni giorno un mercato dei fiori, spesso accompagnato da concerti e da uno spettacolo di luci la sera.

Ogni due anni, durante la terza settimana di agosto (la prossima si terrà dal 13 al 16 agosto 2020), i coltivatori di begonie belgi decorano la Grand-Place con un bellissimo tappeto di fiori utilizzando circa 750.000 begonie.

La piazza è il luogo dove si svolgono gli affari quotidiani e dove una raffica di bar e caffè locali sono un esempio superbo della cultura del caffè di alta qualità.

Insomma, un luogo dal quale non si può che avviare il proprio personalissimo tour a Bruxelles: un punto di partenza e di arrivo, che permetterà a chi lo vorrà di godere del cuore pulsante di questa città tutta da scoprire… o da riscoprire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi