Abu Dhabi punta sul turismo ecosostenibile

Il settore turistico di Abu Dhabi sta valutando quale impatto avrà il pacchetto di stimoli miliardario annunciato dallo sceicco Mohammed bin Zayed, il principe ereditario. L’imponente mole di denaro è destinata a trasformare la possibilità di poter fare affari nell’emirato, rendendoli più semplici, e a portare benefici economici duraturi a residenti e investitori.

Il pacchetto sottolinea l’importanza del turismo nello stabilire Abu Dhabi come destinazione globale, incluse non solamente le visite a breve termine, quanto anche investimenti e soggiorni a lungo termine. Come parte del piano, il principe ereditario ha anche ordinato un maggiore sviluppo dell’eco-turismo: uno spunto che probabilmente includerà la creazione di villaggi e una varietà di aree dedicate agli sport ricreativi.

Mohamed Khalifa Al Mubarak, presidente del Dipartimento di Cultura e Turismo – Abu Dhabi, ha dichiarato che “facendo eco alla lungimiranza della nostra leadership, l’annuncio dello stimolo da 50 miliardi di AED da parte dello sceicco Mohammed bin Zayed è molto significativo dato il suo impatto diretto sulla strategia del governo per diversificare l’economia e incrementare ulteriormente i settori non petroliferi”.

Ancora, il presidente ha rammentato come “questa recente direttiva ribadisce il ruolo centrale che il settore del turismo continua a svolgere, specialmente nell’introdurre Abu Dhabi nel mondo come destinazione globale non solo per visite a breve termine, ma anche per investimenti e soggiorni di lunga durata. Dato il suo mandato di stabilire la posizione di Abu Dhabi come destinazione di riferimento, l’Assessorato alla Cultura e al Turismo – Abu Dhabi riconosce la responsabilità assegnatagli per adempiere a questa direttiva e lavorare per rafforzare le offerte culturali ed ecoturistiche dell’emirato”.

Il presidente ha poi specificato come insieme ai propri partner sono state ideate iniziative e programmi efficaci per costruire un settore in grado di dare impulso alla crescita economica e allo sviluppo sociale. “Mentre andiamo avanti, continueremo i nostri sforzi per attirare un numero crescente di turisti verso l’Emirato per lunghi periodi di tempo” – ha poi aggiunto.

Ulteriori proposte richiedono una revisione completa dei regolamenti edilizi per la costruzione di proprietà sia private che commerciali, con una mossa progettata per ridurre i costi per gli sviluppatori e incoraggiare lo sviluppo urbano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi