Dove NON andare per il vostro primo viaggio in coppia

State pianificando il vostro primo viaggio di coppia, magari sognando passeggiate romantiche sulla spiaggia, mano nella mano, tramonti e vista mare? Fate bene ma… attenzione a scegliere la giusta destinazione, poiché individuare erroneamente quella sbagliata potrebbe trasformarsi in un boomerang per il bene della relazione.

Qualche esempio? Secondo quanto afferma una recente analisi condotta dall’operatore inglese Sunshine.co.uk, sarebbe opportuno evitare il Messico, visto e considerato che il Paese centro-americano è al primo posto per quanto concerne le possibilità di mandare in frantumi una storia nata da poco. Da rimandare anche il viaggio a Ibiza, con l’isola spagnola che è sinonimo di divertimento e… forse anche troppo. Non va certamente meglio per il Portogallo, che si rivela una destinazione fatale per la salute della coppia. E lo stesso si può dire per alcune altre destinazioni esotiche, come ad esempio accade per Capo Verde o Lanzarote, che le coppie di recente formazione dovrebbero evitare.

Lo studio, condotto dall’agenzia di viaggi britannica, è stato effettuato su un campione di 2.187 viaggiatori in coppia dai 18 anni in su, residenti nel Regno Unito. E i risultati dimostrano che 1.056 intervistati hanno rotto con il partner entro i sei mesi successivi al rientro della prima vacanza condotta insieme, e che gli altri 1.131 sono invece felicemente accoppiati da almeno tre anni. In media, le nuove coppie puntano a organizzare il loro primo viaggio entro 5 mesi dall’unione.

Per quanto concerne gli “scoppiati” post vacanza, è stato domandato quale fosse stata la meta del soggiorno con la possibile (ex) anima gemella, riscontrando che al primo posto si trova il Messico con il 21 per cento delle rotture, Ibiza con il 17 per cento, Portogallo con il 12 per cento, Capo Verde con il 9 per cento, Lanzarote con il 7 per cento.

Di contro, per quanto attiene le coppie che stanno ancora insieme, è Tenerife la meta più resistente, con il 18 per cento, davanti all’Italia con il 15 per cento, Cipro con il 13 per cento, Maiorca con il 10 per cento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *